Senti il richiamo della spiritualità? Inizia col primo dei 7 punti!

ambiente domesticoSenti il richiamo della spiritualità? Inizia col primo dei 7 punti!….. Continua a leggere

Annunci

Senti il richiamo della spiritualità? Inizia con 7 semplici punti!

7

7 punti concreti legati alla vita quotidiana e ti renderai conto di quanto l’Essere interiore abbia a che fare con la routine… Continua a leggere

Dimmi che lavoro fai e ti dirò chi Sei

equilibrio

Non è questa la prima cosa che ti senti chiedere durante una conversazione?

E tu che lavoro fai?”.

Come se questo ti identificasse in qualche modo, come se corrispondesse alla tua identità.

Tu che fai nella vita?”, ti senti domandare; e ti viene quasi voglia di rispondere: “Vivo!”.

Si, perchè vivere già di per se è una gran cosa.

Allora perchè provi costantemente quel senso di ansia, di inadeguatezza, di dubbio? Perchè dentro di te c’è quella vocina che ti dice: “Ma io non sono il mio lavoro! Io sono molto di più del mio lavoro! Anzi, questo lavoro forse nemmeno mi piace davvero!?”.

Quella vocina esiste e ti parla perchè è esattamente così.

Continua a leggere

Balzi Quantici a piccoli passi

maslow

Cosa c’entra l’evoluzione spirituale con la tua mensola rotta che giace in cantina?

E come potrebbe il risveglio energetico passare attraverso una casa più bella?

Cosa ha a che fare l’illuminazione con quella lampadina fulminata che continui a trascurare?

Prestami la tua attenzione, perchè sto per raccontarti una storia…la tua.

Continua a leggere

Tutto ciò che il pensiero è

espansione-pensieroQuanto leggerai è la vera natura del pensiero così come viene tramandato dalla millenaria tradizione Yoga Continua a leggere

Il destino nelle tue mani

chiave_del_cuoreNel precedente post ti ho parlato di percezione della realtà, di ego, della dualità e ho concluso parlandoti brevemente del grande inganno, quello cioè volto a controllarci nascondendoci la realtà.

E fin qui ci siamo.

Però! Attenzione ciò che sto per scriverti è un grosso però, grossissimo! 🙂 Continua a leggere

Scherzetti da……ego

menteEsistono meccanismi di cui ci serviamo quotidianamente senza rendercene conto, meccanismi molto sottili della mente che sono alla base della nostra realtà.

Scrutiamo una piccola goccia di questo immenso oceano. Continua a leggere

Tic Tac Tic Tac…aspetta un minuto! Sei ancora in…Tempo

orologio

Se vi dico Tempo…cosa vi viene in mente?

Il tempo è denaro? Il tempo è tiranno? Chi ha tempo non aspetti tempo?

La verità è che qualunque cosa facciate il Tempo scorrerà sempre nello stesso modo.

Qualcuno obietterebbe affermando che “il tempo è relativo” (ecco un’altra bella frase fatta), e su questo devo ammettere di essere d’accordo.

Gli ultimi 5 minuti prima della campanella sono infiniti; al contrario gli ultimi 5 minuti passati con il proprio amato prima di salutarlo sembrano volare.

In effetti è il nostro Tempo interiore che scorre; l’orologio va sempre alla stessa velocità.

E’ così, noi abbiamo un Tempo interiore, ed è quello che scandisce (e dovrebbe scandire) le nostre vite.

bianconiglio2

Pensateci un momento: dove andate sempre così di corsa con lo sguardo rivolto all’orologio, nemmeno foste i conigli bianchi di Alice?

Continua a leggere

Fai attenzione a cosa chiedi, potrebbe avverarsi!

Esiste una forza nell’Universo, talmente potente che la chiamiamo Legge.

Ciò significa che essa deve, necessariamente, verificarsi.

Che ci si creda o meno, che la si comprenda o che si cerchi di descriverla, essa c’è.

E’ la Legge di Attrazione.

Accade ogni giorno, immancabilmente, si verifica quotidianamente, e Noi siamo coloro che, tramite Lei, creiamo la realtà.

Quante volte vi è capitato di svegliarvi al mattino, aprire gli occhi, e pensare così intensamente che la giornata che stava per iniziare sarebbe stata negativa?

Quante volte vi succede di sapere in anticipo che quel particolare giorno sarà carico di eventi negativi, piccoli o grandi che siano?

Sapete una cosa?

Siete Voi, siamo Noi, che costruiamo la giornata che sta per iniziare…

Continua a leggere

Se puoi sognarlo puoi farlo

sogno

Una mattina del lontano 1860 una mamma venne convocata presso la scuola dove suo figlio studiava.

Il preside, molto preoccupato, le annunciò che i risultati dei test scolastici non lasciavano dubbi: suo figlio era oggettivamente ritardato.

L’unica soluzione era ritirarlo dalla classe.

La donna, messa alle strette, si portò via suo figlio e, da anima illuminata qual’era, gli fece da maestra.

Era il 1832 quando un giovane pieno di speranze tentò inutilmente di essere ammesso al Conservatorio di Milano. Non ci fu nulla da fare.

Fu bocciato. Semplicemente, gli fu detto, non sei portato.

Cosa sarebbe accaduto se questi due ragazzi avessero dato ascolto all’Autorità?

Continua a leggere