RICERCHE

libri

Qui ti racconteremo delle storie.

Fai attenzione però, perché queste sono tutte storie vere.

Non ti chiediamo di crederci sulla parola, diffida di chi lo fa.

Ti chiediamo di informarti, di chiedere, di cercare, di trovare.

Perché ne va della tua conoscenza.

monsanto

 

 

 

LE RICERCHE DI ENERGIA PURA® – MONSANTO

5 commenti su “RICERCHE

  1. Pingback: Le Ricerche di Energia Pura – La Vera Storia di Monsanto | EnergiaPura

  2. Sai, io da anni osservo i contadini (in Italia o Giappone) e mi sono accorto che tutti, ma dico tutti, coltivano non per il proprio fabbisogno o per il fabbisogno del proprio villagio/quartiere, ma coltivano per soddisfare la propria necessita’ di fare soldi [a palate].
    Ecco che prendono un campo di 1 ettaro, seminando (semi naturali) qualsiasi cosa e dandogli concimi chimici e quando il seme da il frutto passano pesticidi (Monsanto o no).

    Eppure io nella mia breve “carriera” da contadino mi sono accorto che gli insetti si comportano da esseri “educati” se li si lascia fare. Ovvero se tu hai ad esempio delle fragole in campo, ti accorgerai che loro [le formiche] si mangiano solo una piccola parte delle fragole, lascindo INTATTE le altre.
    Ergo io non le ho mai scacciate, gli lascio mangiare le fragole che aggrediscono (ci vogliono 2 o 3 giorni perche’ la finiscano) e mi gusto le altre.
    Questo credo valga per tutto.

    Ma quindi come si vede il problema non e’ nella natura, che sa come comportarsi, ma nell’ingordigia dell’uomo.
    Questi contadini sono i responsabili della nascita (o meglia della sua crescita) della Monsanto, visto che se si limitavano a fare il minimo si potevano risparmiare pesticidi e concimi chimici (che alla fine mangia il consumatore).

    Ma anche il consumatore ha le sue responsabilita’… ci siamo mai accorti che le pere o mele o pesche o insalate etc… non presentano alterazioni di sorta (puntini neri o marroncini)?
    Bhe, questo accade perche’ l’azienda che vende la merce dice ad i distributori che poi dicono ai produttori (i contadini) che i clienti (NOI) vogliono il frutto bello!

    Insomma, piu ce cercare colpevoli fuori, dovremmo cercarli dentro.

    Un saluto, Mikahel.

    • Infatti è esattamente questo il punto. Noi consumatori abbiamo il potere. Se nessuno compra i semi della Monsanto (o la pasta Barilla o i prodotti Nestlè) o qualunque altra cosa che non ci va bene, una Corporation crolla, perchè per quanto grande possa essere, vive solo grazie ai nostri denari. Da quando ho iniziato a fare la spesa direttamente presso i braccianti agricoli, la mia salute e soprattutto le mie finanze ne hanno giovato. E’ come dici tu, vogliamo l’ananas a dicembre e le mele grandi e rosse (che non sanno di nulla poi!). Acquistare una verdura direttamente dal contadino ci spiazza perchè lui ci da una cosa sana (con i puntini, esattamente così) alla quale non siamo abituati. Siamo stati cresciuti a spot che ci mostrano fragole giganti e pomodori gonfi e perfetti. Ma cosa c’è dentro? La stessa carne avrebbe un colore grigiastro se fosse venduta senza tutti quei conservanti (la maggior parte dei quali cancerogeni) perchè altrimenti nessuno la vorrebbe, in quanto il mac donald’s ce la mostra rossa e colorata! Non solo noi abbiamo la responsabilità, ma avremmo anche la soluzione del problema. NON ACQUISTARE VELENI. Grazie del tuo commento, sono assolutamente d’accordo con te. Simona

  3. Ciao Mikahel, leggo sempre con piacere i tuoi arguti commenti.
    Il discorso sarebbe un pò più ampio di così, cioè quello che le grandi Corporation fanno da decenni è una strategia molto sottile e capillare che si insinua in ogni salotto di ogni casa grazie alla tv….non dimentichiamo che molto spesso gli amministratori di suddette Corporation detengono anche i principali network, emittenti radio, carta stampata, per non parlare della collusione con i governi che poi emanano le leggi….:-).
    La gente vuole la frutta perfettamente lucida e dall’aspetto impeccabile perchè la vede in tv, e ciò che gli occhi vedono finisce sempre con divenire realtà. Le persone hanno perso il contatto con la realtà, la loro realtà è la tv, e come biasimarli…il contatto con la natura viene sempre meno, specialmente nelle grandi città. La natura viene ora vista attraverso la tv e sui banchi dei grandi supermercati, ed è facilmente comprensibile perchè si dia a tutto un senso estetico anche quando non c’entri nulla (come alla verdura).
    QUESTO NON SIGNIFICA che io stia giustificando le persone dando tutta la colpa alle multinazionali, anche io sono del parere che la verità va cercata dentro di noi senza affibbiare colpe a destra e a manca, la realtà esiste soltanto come riflesso della nostra coscienza. Ma se tu al bambino gli insegni che gli insetti sono pericolosi, quello da grande eviterà gli insetti, e se gli insegni che la frutta dev’essere bella perchè bellezza è sinonimo di salute, quello eviterà ciò che è esteticamente meno attraente.
    L’umile obbiettivo di questa ricerca è aprire quanti più occhi possibile, è un tentativo di presa di coscienza perchè ci sono tante persone che non sanno che la vera verdura non è affatto bella e perfetta, ma soprattutto non sanno di avere tante alternative.
    Insomma ognuno ha ciò che merita, ma a volte accendere una piccola luce può mostrare la strada a qualcuno di passaggio..

    1 saluto, Andrea

    • “Ma se tu al bambino gli insegni che gli insetti sono pericolosi, quello da grande eviterà gli insetti…”
      E’ questo il problema, queste persone (con potere d’acquisto) hanno ancora l’intelletto di un bambino, volontariamente intendo (io non li giustifico piu’, quelli di una certa eta’).

      Comunque e’ giusto quel che dici, tant’e’ vero che anche io con il mio blog tento di lasciare indicazioni, briciole per pollicino come altri le hanno lasciate prima di me, e quindi aspettiamo che pollicino vada alla briciola.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...